Categoria: Crescere insieme

The Photo Challenge #15 – Cherry on Top

I could write tons and tons and tons of words about how lucky I am right now to have my boyfriend in my life. He has been the little light that forced me out of the darkness but all he did, at first, was really just being there.

Over a year has passed from that first moment and we’ve done a lot of things together; we travelled Europe, we’ve had a couple of very romantic dinners, we laughed and we cried a couple of times too. He is still always there for me and I can’t help but feel extremely grateful. This is why I still think of my last birthday as the cherry on top. The first time ever I received beautiful red roses. And I hope there are many more to come.

redroses

Repetita non semper iuvant

Ho sempre schifato il giorno di San Valentino. Perché ci si vuole bene e si costruisce un rapporto tutti i giorni, non solo nel giorno all’amore deputato. Vero. Anche perché, non è più bello fare un regalo che viene dal cuore quando se ne sente l’impulso e non a comando? Verissimo.

hughughugQueste cose continuo a pensarle, ma che male c’è poi a prendersi un giorno per celebrare quanto di bello c’è nell’avere a fianco una persona che ti capisce (o si sforza di farlo), che ti sostiene, ti fa ridere, ti sopporta nei momenti no, che ti fa sognare, che ti coinvolge nei suoi interessi mentre, contemporaneamente, conosce meglio i tuoi? Ecco, dopo 27 anni sono giunta a questa conclusione: non c’è niente di male.

Quindi, forse, dopo 27 anni è giunta l’ora di fare un altro cambiamento.
Del resto, sinora, fare le cose sempre nello stesso modo non è che abbia poi funzionato granché per me. Lo diceva anche quel tale, che tutti dicono fosse molto intelligente:

Ripetere sempre gli stessi atti, nello stesso modo o in modo poco dissimile, e sperare che il risultato cambi è pura follia.

Albert Einstein

Einstein o meno, da mesi ho deciso di non ripetere più lo stesso schema sia nei rapporti che in tutto il resto, per quanto sia difficile farlo a volte. Dunque, per coerenza nei confronti di questa nuova linea di condotta, ebbene sì, quest’anno San Valentino non lo rifuggo, anzi, voglio godermelo.

La vera favola

Innamorarsi è raro, ma non difficile.
La vera impresa è conservare quel sogno d’amore anche dopo la sua trasformazione in realtà. Perché, se l’amore è una discesa dell’eternità nel tempo e nello spazio, non può limitarsi al miracolo dell’incontro e alla poesia dell’istante. Deve per forza estendersi alla costruzione di qualcosa di durevole.

Trovarsi rimane una magia, ma non perdersi è la vera favola.

Massimo Gramellini

stick together