Categoria: Letture e dintorni

Che dolori, i dolori del giovane Werther

La vita è troppo breve per leggere libri che non ti piacciono. Così, non che ne vada fiera, ogni tanto capita che inizio a leggere romanzi che poi rimangono con un segnalibro a pagina X, in attesa di giorni migliori. A te non succede mai?

I dolori del giovane Werther era uno di questi. Comprato nel lontano 2001 per volere della professoressa di letteratura delle scuole medie. Vuoi che avevo solo 12 anni, vuoi che fosse per un altro motivo, da alunna indisciplinata quale sono sempre stata, non l’ho mai finito. Fino a che, incappata in una lista di libri da leggere prima dei 30 anni, ho deciso di riprendere in mano il caro vecchio Goethe e dargli una seconda possibilità.

Continua a leggere “Che dolori, i dolori del giovane Werther”

Nemesi

Tu hai una coscienza, e una coscienza è un lodevole attributo, ma non se ti spinge a considerarti colpevole di cose che non sono alla portata della tua responsabilità.

Non avevo mai letto niente di Philip Roth. Leggerò sicuramente altri libri di Philip Roth. Non si può giudicare un autore da un libro soltanto, ma una cosa di Roth l’ho capita: non ha peli sulla lingua, non ti nasconde niente. Per quanto sia cruda la realtà che descrive, eccola lì, nero su bianco, in frasi semplici e lineari.

Continua a leggere “Nemesi”

Siamo Storie

siamo_storie

Jasper Gwyn mi ha insegnato che non siamo personaggi, siamo storie. Ci fermiamo all’idea di essere un personaggio impegnato in chissà quale avventura, anche semplicissima, ma quel che dovremmo capire è che noi siamo tutta la storia, non solo quel personaggio. Siamo il bosco dove cammina, il cattivo che lo frega, il casino che c’è attorno, tutta la gente che passa, il colore delle cose, i rumori.
Riesce a capire?

Mr Gwyn, Alessandro Baricco

Ebbene sì, con questa citazione sto mettendo le mani avanti perché so benissimo che questo spazio che mi sono ritagliata non tratterà una tematica che possa catalogarlo come blog specialistico di un qualche settore. L’unico filo conduttore che potrai trovare è il mio pensiero sugli argomenti più disparati, espresso tramite mie riflessioni o attraverso citazioni, immagini, video e così via. Ci tengo a fartelo sapere.

È questione di logica. Se oltre al personaggio, che già di per sè può essere complicato e avere tante sfaccettature, prendiamo in considerazione anche il contesto nel quale agisce e consideriamo il contesto come parte integrante e viva del personaggio, allora diventa più che legittimo saltare di palo in frasca.