Categoria: Siamo storie

Error 404. Buon senso not found.

Ora, dimmi che sono idealista.
Dimmi che vivo nel mondo delle favole.
Resto comunque dell’idea che lavorare dovrebbe essere una cosa bella, che ti eleva e ti fa sentire realizzata. Credo che per una persona che ha voglia di fare, che mette passione in quello che fa e che ci tiene a fare le cose per bene, questo sia uno degli obiettivi principali da conquistare nella propria vita professionale.

Ora, dimmi come fare a raggiungere quell’obiettivo.
Dimmi come fare a restare motivata quando le capacità vengono costantemente frustrate e l’impegno non viene riconosciuto. Quando ti senti più un limone da spremere che un essere umano.common sense

E ora, dimmi: da quando proporre soluzioni concrete, semplici e veloci a un problema è una cosa che viene vista come voglia di non fare nulla, invece che come frutto del buon senso?

A volte è proprio solo questione di logica e buon senso.
Altrimenti, è un po’ come dire che chi non attraversa con il semaforo rosso rimane fermo sul marciapiede per mancanza di voglia di andare dall’altra parte della strada e non per spirito di conservazione.

Siamo Storie

siamo_storie

Jasper Gwyn mi ha insegnato che non siamo personaggi, siamo storie. Ci fermiamo all’idea di essere un personaggio impegnato in chissà quale avventura, anche semplicissima, ma quel che dovremmo capire è che noi siamo tutta la storia, non solo quel personaggio. Siamo il bosco dove cammina, il cattivo che lo frega, il casino che c’è attorno, tutta la gente che passa, il colore delle cose, i rumori.
Riesce a capire?

Mr Gwyn, Alessandro Baricco

Ebbene sì, con questa citazione sto mettendo le mani avanti perché so benissimo che questo spazio che mi sono ritagliata non tratterà una tematica che possa catalogarlo come blog specialistico di un qualche settore. L’unico filo conduttore che potrai trovare è il mio pensiero sugli argomenti più disparati, espresso tramite mie riflessioni o attraverso citazioni, immagini, video e così via. Ci tengo a fartelo sapere.

È questione di logica. Se oltre al personaggio, che già di per sè può essere complicato e avere tante sfaccettature, prendiamo in considerazione anche il contesto nel quale agisce e consideriamo il contesto come parte integrante e viva del personaggio, allora diventa più che legittimo saltare di palo in frasca.