Tag: amore

Onde d’amore

Ci sono infinite cose che in questa vita paragonerei al mare. La vita stessa, in realtà. Ma su tutte credo proprio che il paragone più calzante sia quello con l’amore.

Sì, perché come le maree, l’amore ha un andamento ciclico. A volte si ritira, ti lascia in secca con la preoccupazione di come fare a tirare avanti, ma soltanto per poi lambirti nuovamente lo spirito e sommergerti dolcemente nella sua incommensurebile grandezza.

Come il mare, l’amore arriva a ondate. Sono piccole increspature silenziose, costanti e perpetue, e sono marosi che quasi incutono timore per l’energia travolgente con cui ti risucchiano! E proprio quando sei in balia di queste forze, allora sono attimi di brivido così sconvolgente da infondere meraviglia in ogni fibra dell’essere.

Pic of the Month – October 2019

A couple of days ago we got to celebrate this little lady’s first birthday! Though she probably didn’t understand why we were making such a fuss I believe she really enjoyed being at the center of our attention, at least judging by her wiggling tail.

This adorable dog came to be part of the family last february, when she was just three months old. She is actually my in-laws’ dog, but given the amount of time I spend with her I actually think of her as also my doggie. In these few months she has become a great part of our lives and, sometimes, when I get home from work I stop by my in-laws’ house just to play and cuddle with her.

It’s incredible how she communicates with us and even more incredible is the love she shows for us all! A love that we reciprocate and that I’m pretty sure will continue to grow…

La sovrana lettrice

Al di sopra della letteratura?
Chi mai può essere al di sopra della letteratura? Sarebbe come essere al di sopra dell’umanità.

Quello con Alan Bennett, drammaturgo inglese contemporaneo, è stato un incontro fortuito, ma che dopo aver letto “La sovrana lettrice” è destinato a produrre altri appuntamenti.

Agile (appena 95 pagine), scritto con un tono leggero e ironico, questo romanzo è un manifesto di amore per la letteratura e la lettura. Una chicca imperdibile che prende le mosse da un avvenimento tanto semplice quanto poi ricco di conseguenze.
Succede che un giorno la sovrana d’Inghilterra, seccata dall’abbaiare dei suoi corgi, li insegue per il giardino reale e nota sulla strada che lo costeggia una biblioteca itinerante. Incuriosita, decide di visitare l’interno del furgoncino riadattato a biblioteca ed è così che scopre il mondo dei libri.
Da queste che sono le primissime pagine del romanzo di Bennett si dipana una storia che vede proprio l’oggetto libro come protagonista intorno al quale inizia vorticosamente a ruotare il mondo interiore (ma anche esteriore!) della Regina Elisabetta.

Non mi dilungo oltre perché, invitandoti caldamente alla lettura di questo romanzo breve, voglio evitare di fare spoiler. Aggiungo solo una citazione in cui mi sono particolarmente ritrovata:

‘Forse’ disse a Norman ‘leggo perché sento di dover indagare la natura degli esseri umani’, un’osservazione piuttosto trita che Norman non degnò di particolare attenzione; lui si sentiva esentato da quell’obbligo e leggeva per puro piacere e non per trarne una rivelazione. Parte del piacere, è vero, era la rivelazione, ma non aveva niente a che fare con il dovere.

E tu, hai mai letto qualcosa di Alan Bennett? Ci sono titoli che consigli?