Tag: una cosa divertente che non farò mai più

Una cosa divertente che non farò mai più

ucdcnfmp coperDavid Foster Wallace non ha mezze vie. O lo ami o lo odi e, se lo hai mai letto, sai anche il perché. A me è piaciuto tutto quanto di suo ho letto finora (La scopa del sistema, Brevi interviste con uomini schifosi, Una cosa divertente che non farò mai più).

Una cosa divertente che non farò mai più” è un saggio/reportage originariamente comparso sulla rivista Harper’s Magazine (commissionato a Foster Wallace dalla stessa), di una crociera extralusso di 7 notti ai Caraibi.

Con la sua caratteristica ironia tagliente e le sue osservazioni argute Foster Wallace dipinge un ritratto ben poco lusinghiero del tipico americano in vacanza e fa satira di uno degli esempi più classici di “divertimento di massa”: la crociera. Il divertimento e la “viziatura forzata” lasciano perplesso l’autore ed è attraverso questo filtro che il lettore scopre il microcosmo delle crociere extralusso.

Il risultato è un libro che, effettivamente, fa ridere in più passaggi, ma dove non è celata l’amarezza e il disprezzo per un certo tipo di natura umana. Personalmente, ho trovato condivisibili molte delle sue osservazioni e ho provato a immaginare cosa avrebbe scritto se avesse fatto una crociera nel 2016, in piena era digitale dove tra le opzioni della fotocamera degli smartphone c’è la categoria “cibo”. È stato un trip notevole.

Io te lo consiglio, ma solo se non hai mai letto Foster Wallace (magari ti piace!) o se ti è piaciuto quello che hai già letto. Lo stile di scrittura è come sempre molto, molto particolare e non mancano le innumerevoli note a piè di pagina che, ammetto, ogni tanto mi infastidiscono.